Fantamondiale, i fanta consigli della prima giornata

Chi schierare in vista della prima fanta giornata della Coppa del Mondo


Scritto il 14/06/2018 - Ultimo aggiornamento: 14/06/2018


Poche ore e il Mondiale di Russia 2018 verrà inaugurato. La rassegna intercontinentale sarà un’occasione per conoscere nuovi talenti del panorama internazionale e vincere seguendo i nostri consigli, reparto per reparto. In porta tra i tanti figurano Lloris, in difesa ci sono Kimmich, Meunier e Tagliafico, a centrocampo spazio ad Hazard, al local Golovin, alla scommessa Claesson e al colombiano James Rodriguez. In attacco da Werner a Messi e Cristiano Gabriel Jesus passando per il promettente Mitrovic della Serbia.

Manca poco al fischio di inizio dei Mondiali di Russia del 2018. Quindi ci sono ancora poche ore per compiere le scelte per la vostra formazione in vista della prima gara in programma il giorno 14 alle ore 17. Come di consueto saranno i padroni casa della Russia a dare il via alla manifestazione contro l’Arabia Saudita. L’altra gara della giornata è Egitto-Uruguay che si disputa il giorno seguente alle 14. Sempre il 15 ci sono due partite del girone B: Marocco-Iran e il derby iberico Portogallo-Spagna. Il 16 ci sono per 4 partite in programma valide per i gironi C e D. Per il girone C ci sono Francia-Australia e Perù-Danimarca. Per quello D scende in campo una delle favorite per il titolo, l’Argentina, contro l’Islanda del “Geyser clap”. Dello stesso girone sono anche Croazia e Nigeria, che giocheranno alle 21. Tre partite in meno il giorno 17, dove scenderanno in campo per il raggruppamento E la Costa Rica contro la Serbia e il Brasile contro la Svizzera. Mentre per il gruppo F la Germania, campione del mondo in carica, affronterà il Messico. Con queste due squadre lotteranno per un posto alla fase successiva Svezia-Corea del Sud, che si sfideranno il giorno 18 alle 14 italiane. Poi andranno in campo altre 4 compagini per il gruppo G, ossia il Belgio che fronteggerà la cenerentola Panama e la Tunisia che se la vedrà contro la corazzata dell’Inghilterra. Chiude la prima giornata il gruppo H, in campo il giorno 19, con la Colombia di Pekermann che si incontrerà con il Giappone, mentre la Polonia dei tanti “italiani” proverà ad ostacolare gli africani del Senegal. Dopo questa rassegna sulle gara del primo turno, è il momento di volgere l’attenzione ai fantaconsigli per questo primo turno, ruolo per ruolo.

Consigli Fantamondiale: i portieri per la prima giornata

Il consiglio per il gruppo A è non fidarsi troppo di nessuno degli estremi difensori perché le difese delle quattro squadre (Arabia Saudita, Egitto, Russia e Uruguay) hanno palesato alcuni limiti difensivi. Forse si può azzardare con Muslera dell’Uruguay, che al massimo potrebbe subire una rete contro l’Egitto reduce da una striscia di due partite senza rete e con appena 2 goal nelle ultime 5 gare dove non è arrivata neppure una vittoria contro il modesto Kuwait (1-1).

Passiamo al gruppo B, dove le gare molto equilibrato inducono i fantallenatori a non rischiare troppo. Marocco e Iran sono squadre che sovente segnano almeno una rete, quindi Munir del Marocco e Beivarand dell’Iran non potranno dormire sogni tranquilli. Spagna e Portogallo sarà una partita estremamente imprevedibili dato il livello dei protagonisti. De Gea e Rui Patricio potrebbero subire almeno una rete in questa gara, ma potrebbero rivelarsi acquisti preziosi in vista delle prossime gare del girone, dove possono riscattarsi con clean sheet, se deciderete di confermarli.

Nel girone C c’è una possibile garanzia di imbattibilità per Lloris che sfiderà la modesta Australia. Piccoli azzardi potrebbero essere i portieri del Perù e della Danimarca, Gallese e Schmeichel. Il portiere argentino Caballero non dovrebbe correre particolari rischi contro la matricola terribile Islanda, che però può realizzare una rete considerando la difesa dell’Albiceleste non particolarmente accorta. Sicuramente la Croazia parte favorita contro la Nigeria, di cui consigliamo di non schierare il portiere. Subasic offre maggiori garanzia dei pari ruolo nigeriani. La Costa Rica si affida a Navas, che 4 anni dopo il Mondiale che lo vide protagonista prova a blindare nuovamente la difesa dei centroamericani. Contro la Serbia potrebbe riuscirci, anche se la compagine balcanica è apparsa in forma nelle ultime amichevoli, pur incassando quasi sempre una rete. Evitate Stojkovic.

Alisson può blindare la porta del Brasile per la settima partita consecutiva, ma di fronte ci sarà una Svizzera in salute imbattuta da 6 gare, ma con Sommer che concede comunque qualcosa in termini realizzativi agli avversari. La Germania si affida al ritorno in campo del lungodegente Neuer, che può fare una buona figura contro il Messico, che proverà a punire il portiere del Bayern. Il Messico di Ochoa rischia grosso contro i tedeschi, quindi meglio non fare affidamento al portiere dello Standard Liegi. Nello stesso girone si preannuncia una gara avara di goal con due Nazionali come Svezia e Corea del Sud, che segnano con il gontagocce, ma rischiano di incassare parecchio in vista delle prossime sfide.

Nel gruppo G più Courtois che Pickford perché il Panama difficilmente riuscirà ad andare a segno, mentre la Tunisia può insidiare il portiere dell’Everton. Nel gruppo H tutte e quattro le gare sono rischiose per affidare la vostra porta ad uno dei portiere di queste Nazionali.

Consigli Fantamondiale: i difensori per la prima giornata

Tra i difensori consigliati figura il nazionale dell’Uruguay Godin, avvezzo a reti sulle palle inattive. Mentre se puntate su un assistman a costi contenuti c’è Dirar del Marocco che si troverà dinanzi l’Iran. Nel Portogallo sarebbe opportuno non osare su nessun difensore perché la Spagna è temibile in avanti, mentre in difesa potrebbe concedere qualcosa. Occhio però al re della palle alte Sergio Ramos (4 reti in 26 partite di Liga).

Tra i terzini goleador e assistman presenti nel gruppo C va annoverato anche Stryger Larsen della Danimarca. Nel gruppo D c’è Tagliafico che dovrebbe giocare alto nel modulo iperoffensivo di Sampaoli e potrebbe propiziare passaggi vincenti. Discorso in parte simile per Strinic che se dovesse giocare sulla fascia mancina.

Nella Costa Rica c’è un po’ di Italia con Giancarlo Gonzalez, che può essere un’insidia sulle palle inattive, ma un cartellino giallo potrebbe essere dietro l’angolo. Nel Brasile c’è Marcelo pronto ad assaltare la Svizzera, che può soffrire parecchio sulle fasce per la presenza di ali di qualità e di terzini che si sovrappongono con grande continuità come il terzino sinistro del Real Madrid e Danilo.

Nel gruppo F attenzione a Kimmich, potenziale spina nel fianco, per il Messico, che invece presenta difensori con un buon fiuto del goal che almeno per questa prima gara è meglio non schierare perché potrebbero soffrire la velocità degli avanti tedeschi. Nella Svezia fiducia per Granqvist, anche potenziale rigorista della compagine scandinava.

Nella Corea del Sud potete ottenere qualche buon voto più che qualche goal. Difesa del Belgio, che non dovrebbe avere problemi a contenere il Panama. Spazio a Meunier, che tra goal e assist può dire benissimo la sua. Nella Tunisia può essere più di un azzardo puntare su qualcuno per il valore offensivo dell’Inghilterra.

Tra gli inglesi a cui può essere data una chance c’è Young del Manchester United, che parte favorito nel ballottaggio con Rose. Nella Colombia, che dovrà fare a meno di Fabrà infortunato, ci sono dubbi per il ruolo di terzino sinistro.

Nella Polonia, ha recuperato il capitano Glik, ma difficilmente sarà in campo già per la prima partita. Spazio a Pazdan, che in Nazionale dà vita sempre a buone prove. Nel Senegal la garanzia è il napoletano Koulibaly, pronto a regalare gioie agli africani e ai fantallenatori che punteranno su di lui.

Consigli Fantamondiale: i centrocampisti per la prima giornata

Partiamo subito con i padroni di casa della Russia che si affidano al talento di Golovin, già appetito da club importanti. Come preziosa arma a gara in corso attenzione ad Aleksei Miranchuk, nel mirino del Milan (non dovrebbe partire titolare quindi tutelatevi in panchina). Nell’Arabia Saudita l’uomo di maggiori qualità è Al Shehri.

Per Egitto-Uruguay due nomi, uno per parte. Per gli africani c’è il rapido Sohbi pronto ad impensierire i sudamericani, che invece fanno affidamento alle giocate di De Arrascaeta, che dovrebbe agire come trequartista. Nel Marocco tanta qualità sulla trequarti con Boussoufa e Belhanda, che almeno contro l’Iran possono far bene.

Nel derby iberico possono spuntarla due trequartisti dalla tecnica sopraffina: Bernardo Silva e Isco. Attenzione anche alla carta David Silva, che può essere premiato dai voti oggettivi. Nella Francia più che un titolare stuzzica la nostra fantasia Ousmane Dembele potenziale subentrante per il tridente offensivo.

Nell’Albiceleste Di Maria e Lo Celso sono due validi elementi da impiegare contro l’Islanda, che può soffrire la qualità degli argentini e rimediare cartellini gialli di troppo. Nel Perù mina vagante sarà Christian Cueva del Sao Paulo, che sarà il trequartista della squadra di Gareca, mentre nei danesi la stella è Eriksen, che può fare bene sia su calcio piazzato, che Delaney buon incursore e già acquistato dal Borussia Dortmund.

Nella Croazia ci sono Modric e Perisic che possono seminare scompiglio nella retroguardia della Nigeria, per nulla impeccabile. Negli africani, invece, c’è Iwobi che rappresenta una valida soluzione per il vostro centrocampo. Nella Serbia c’è un Tasic, pronto ad esplodere malgrado una stagione quasi disastrosa del suo club, il Southampton, per rilanciarsi in ottica mercato. Nella Germania Ozil può prendere un buon voto, mentre è più probabile che vadano a segno Draxler o Khedira. Nel “Tricolor” due scommesse, una che sarà in campo dal primo minuto, Herrera, e l’altra che può scendere in campo nella ripresa, Fabian.

Nel Brasile che affronta la Svizzera occhio a Coutinho che come centrocampista/trequartista può valere un capitale se riesce ad ingranare. Dicasi lo stesso per Willian, reduce da una stagione al Chelsea non particolarmente brillante per il club e voglioso di riscatto. Tra le fila degli elvetici almeno in questa prima gara è meglio non rischiare perché i cartellini gialli possono essere dietro l’angolo contro una delle favorite della rassegna intercontinentale. Nella Svezia è il momento di puntare sullo svedese rivelazione dell’anno: Claesson del Krasnodar. Ottima stagione in Russia e possibile di spiccare il volo con la maglia della Nazionale.

Nella Corea del Sud non sembrano esserci centrocampisti goleador. Nel Belgio che si incontrerà con i centramericani del Panama si deve puntare su Eden Hazard ad occhi chiusi. Valida anche la pista che porta a De Bruyne, che però gioca qualche metro più indietro. Nell’Inghilterra potenzialmente tra le più accreditate ad alzare la coppa si affida a due centrocampisti che potrebbero prendere buoni voti oggettivi come Dier e Henderson e ad Alli che giocherà nel ruolo di mezzala, dove ha giocato raramente in passato. Meglio i primi due. Se volete una scommessa tunisina puntate su Sassi.

Nella Colombia una scommessa come Uribe, che dovrebbe giocare dal primo minuto, e una stella come James Rodriguez. Nel Giappone poche chance di vedere altri centrocampisti in rete oltre Honda, reduce da una stagione in Messico al Monterrey. Nella Polonia è appetibile Grosicki, folletto che sforna assist per i compagni e salta spesso l’uomo.

Consigli Fantamondiale: gli attaccanti per la prima giornata

Vediamo all’attacco, il momento clou e spesso decisivo per l’esito di una giornata di fantacalcio. Nei padroni di casa della Russia è l’occasione per vedere gioire Smolov, gi capocannoniere del campionato con il Rostov. Nei sauditi ci sono dubbi su chi ricoprirà tale ruolo. Nella sfida dello stesso raggruppamento fari puntati sul “Matador” Cavani e su “El Pistolero” Suarez, che vuole riscattare il deludente mondiale di 4 anni fa culminato nel morso a Chiellini.

Nel Marocco gli attaccanti non sembrano poter stupire sul lungo periodo, mentre nell’Iran può sobbarcarsi il peso dell’attacco sulle spalle Azmoun. Nel Portogallo oltre al fuoriclasse CR7, Cristiano Ronaldo, ci sono due scommesse che si alterneranno: André Silva e Gonzalo Guedes. Nella Spagna Diego Costa è croce e delizia, ma contro un avversario di livello rischia di essere più la prima che la seconda. Scommessa low cost Aspas o Rodrigo, che hanno ben figurato nelle ultime gare.

Nella Francia “le petite diable” Griezmann può essere il segreto per scardinare il pacchetto arretrato della nazionale dei canguri: l’Australia. Oltre al talentuoso calciatore dell’Atletico Madrid, in odore di rete c’è anche Mbappé. Nell’Australia poco o nulla, perché Le Bleus sembrano essere di un altro pianeta. I romantici suggeriranno Guerrero nella sfida tra Perù e Danimarca, che segna il debutto nel mondiale per il centravanti appena rientrato dalla squalifica per doping; probabilmente questa volta ci vedranno giusto. Nei danesi pochi goal dai centravanti.

Nell’Argentina è irrinunciabile Messi, e contro l’Islanda potrebbe essere pure Aguero, che ha un altro passo rispetto ai fisici, ma lenti difensori dell’isola dei vulcani. Quest’ultima si affida ad attaccare che fanno molto lavoro sporco, ma contro i sudamericani rischiano di vedere la porta con il binocolo. I balcanici della Croazia hanno più possibilità di mandare in rete Mandzukic, che gioca comunque bene di sponda in chiave assist.

Nella Nigeria tanti attaccanti per un solo posto come punta centrale è un grande rischio. Meglio non azzardare. Campbell stupì gli italiani con i suoi scatti. Oggi sembra meno irresistibile per i centrali difensivi della Serbia, che invece si affida al bomber ritrovato come Mitrovic, una delle potenziali grandi scommesse di questo mondiale. Nel Brasile tra Neymar e Gabriel Jesus, diciamo il secondo perché in termini di qualità-kapitals può rendere molto, ma Neymar va schierato se avete crediti a sufficienza.

La Svizzera ha attaccanti con media goal asfittica: virate altrove! Nella Germania ci sono Werner e Muller, che con la maglia della Nazionale hanno medie impressionanti. Uno dei due merita una possibilità. Se avete seguito il campionato olandese poi non potete rinunciare al guizzante e talentuoso Lozano, di proprietà del Psv, una pepita pronta ad esplodere in Russia.

Tra Svezia e Corea del Sud sono due i calciatori che possono ben figurare pur non segnando: Berg per gli svedesi e Son per i sudcoreani. Lukaku del Belgio può dare il via alla festa del goal se l’undici di Martinez riuscirà a sbloccare subito la gara. Può far bene anche come uomo assist Mertens.

Nella Tunisia occhio a Khazri, sempre pericoloso anche su palla inattiva, mentre negli inglese c’è Kane, che si candida per essere uno dei protagonisti del torneo. Chiudiamo con l’ultimo gruppo, dove scalpitano Falcao, Lewandowski e Manè per ben figurare fin dalla prima giornata dei Mondiali.

Autore: Francesco Pompeo