Fantamondiale, i fanta consigli per la terza giornata

Ecco i nostri consigli su chi schierare in vista della terza fanta giornata della Coppa del Mondo


Scritto il 24/06/2018 - Ultimo aggiornamento: 24/06/2018


Ancora poche ore e giungeremo nella settimana decisiva per stabilire chi riuscirà a conquistare il pass per gli ottavi di finale. Sono poche le squadre sicure del posto tra le migliori 16. Di sicuro troveremo la Russia e l’Uruguay, che hanno vinto entrambe le partite disputate e che si sfideranno tra loro per stabilire chi chiuderà al primo posto e chi al secondo del girone A. Nel gruppo B situazione ancora aperta, con Spagna e Portogallo al momento favorite per il passaggio del turno grazie ai 4 punti conquistati sin qui. Nel girone C la Danimarca rischia grosso contro la Francia (già qualificata) e potrebbe approfittarne l’Australia vincendo contro il Perù. Nel girone più discusso di questo mondiale, il D, l’Argentina è alla ricerca della qualificazione dopo due prove opache. Servirà una vittoria contro la Nigeria, sperando in un passo falso dell’Islanda contro la Croazia, per far compagnia a quest’ultimi negli ottavi.

Nel gruppo E, Brasile e Svizzera sono al momento le favorite, grazie ai 4 punti ottenuti sin qui e se la vedranno rispettivamente contro la Serbia e la Costa Rica. Nel girone F il Messico vola agli ottavi grazie ai 6 punti conquistati, mentre la seconda piazza se la contendono Svezia, Germania e Corea. Inghilterra e Belgio dominano nel gruppo G, mentre nell’H le favorite sono al momento Senegal e Giappone.

Dopo questa rassegna sulla situazione dei gironi Mondiali, è il momento di focalizzare l’attenzione sui fantaconsigli per questa terza giornata della fase a gironi.

Consigli Fantamondiale: i portieri per la terza giornata

Nel girone A meglio evitare di fidarsi dei portieri di Russia e Uruguay, nonostante le ottime performance mostrate sin qui. Il motivo è presto detto: le due squadre sono già qualificate e potrebbero operare una buona dose di turn over per conservare energie in vista degli ottavi. Più interessante il profilo di El-Shenawy che contro l’Arabia Saudita potrebbe conquistare il primo (ed unico) clean sheet del suo Mondiale. Il giocatore, peraltro, è stato particolarmente premiato dal voto oggettivo, visto che in entrambe le gare disputate sin qui ha avuto la sufficienza piena pur perdendo la partita.

Per ciò che concerne il gruppo B, De Gea e Rui Patricio appaiono due soluzioni positive, considerando il fatto che Portogallo e Spagna sono alla ricerca di 3 punti pesantissimi in ottica qualificazione.

Passando al girone successivo, Hugo Lloris è alla ricerca della terza prestazione positiva consecutiva contro un avversario di buon livello come la Danimarca. La sensazione è che la difesa della Francia possa reggere l’urto dei danesi, garantendo una buona copertura al portiere del Tottenham Hotspur.

Nel girone dell’Argentina meglio evitare gli estremi difensori, visto che i sudamericani stanno vivendo uno psicodramma nazionale e c’è la possibilità dell’inserimento di Armani al posto di Caballero, la Nigeria non ha mostrato particolare solidità difensiva e in porta ha il giovane Uzoho (utile, comunque, in ottica rivalutazione). La Croazia è già qualificata e potrebbe varare un leggero turn over, mentre l’Islanda si è mostrata squadra dalle qualità non esaltanti.

Nel girone E Sommer e soprattutto Alisson rappresentano due garanzie per questo turno. Il primo sfiderà la Costa Rica, mentre il secondo se la vedrà con la Serbia, avversario temibile ma sicuramente alla portata della squadra allenata da Tite.

Nel gruppo F largo a Neuer, che ha un costo basso e un disperato bisogno di 3 punti con la sua Germania, mentre sia Cho, sia Olsen è meglio lasciarli a riposo. Qualche chance in più la merita sicuramente Ochoa, che sin qui è risultato essere il miglior portiere del Mondiale per fantamedia.

Nel girone G meglio evitare i 4 portieri, visto che è alta la probabilità che le partite finiscano con diversi gol e lo stesso discorso vale per il girone H, nonostante diverse buone individualità.

Consigli Fantamondiale: i difensori per la terza giornata

Il difensore del CSKA Mario Fernandes è stato uno dei migliori difensori sin qui. Impossibile non consigliarlo per questa terza ed ultima giornata della fase a gironi. Molto solido e pericoloso in fase offensiva è risultato essere Gimenez, pilastro della difesa uruguaiana.

Tra le fila del Portogallo una chance la merita Pepe, alla ricerca del primo guizzo di testa. Mentre per la Spagna, impossibile non menzionare Ramos, battitore dei penalty degli spagnoli e uno dei calciatori più forti al mondo per quanto riguarda i colpi di testa. Varane si sta ben comportando, mostrando di essere un pilastro della Nazionale francese. Non costa poco, può far parte della spina dorsale della vostra fantasquadra.

Rojo, se titolare, può essere un fattore, visto che si rende pericoloso anche dai 30 metri con tiri da fuori. Tra le fila della capolista del gruppo D occhio a Strinic, autore di performance diligenti e ben premiate dai voti oggettivi.

Thiago Silva in queste due partite iniziali è apparso al top della forma, per cui merita la possibilità di scendere in campo. Discorso simile si potrebbe fare per Rodriguez, visto che il difensore del Milan si è ben disimpegnato in Russia sin qui.

Nella Germania la partita è decisiva, per cui la concentrazione sarà massima. Kimmich potrà rendersi pericoloso anche in zona offensiva su azione. Nel big match di giornata, Kompany potrebbe ritrovare il posto da titolare in luogo di Boyata. Ma è meglio evitare puntare sul difensore del City: piuttosto, meglio giocare la propria fiche su Trippier, pericoloso anche da calcio piazzato.

Nel girone H il colpo low cost si chiama Shoji, mentre nella Polonia l’unico a convincere è Pazdan. Tra i colombiani evitate Davinson Sanchez, apparso piuttosto impacciato. Un potenziale colpo, utile anche in ottica rivalutazione, è rappresentato da Mojica (5 kapitals).

Consigli Fantamondiale: i centrocampisti per la terza giornata

Nell’Uruguay si sta mettendo in mostra Carlos Sanchez, 33enne centrocampista del Monterrey. Potrebbe ripartire ancora titolare e tentare la via della rete grazie alle sue incursioni. La Russia ha messo in evidenza due dei calciatori più in forma dell’intero lotto delle 32 squadre: Golovin e Cheryshev. Non hanno un costo elevato, ma un rendimento sin qui da top player. Non guardate ad Arabia Saudita-Egitto se siete alla ricerca di centrocampisti utili, anche considerando il fatto che verranno eliminate. Merita attenzione Amiri, autore di buone prove sin qui.

Tra le fila dei portoghesi, è Moutinho il motore di gioco e grazie ai suoi lampi l’azione portoghese può trovare spiragli preziosi. Nella Spagna più Busquets che Iniesta, con il primo che ha anche il grande vantaggio di costare meno. Danimarca-Francia è la sfida che mette contro alcuni dei migliori centrocampisti di questo Mondiale russo. Da un lato troviamo Eriksen, pericoloso da fuori area e su calci piazzati, dall’altro lato troviamo un calciatore esaltato dalle qualità del voto oggettivo: N’Golo Kanté (6.94 di fantamedia). Nell’era del Var può essere particolarmente produttivo puntare sui rigoristi. Ecco perché puntare su Jedinak potrebbe essere una buona idea, sperando nel terzo rigore consecutivo a favore degli australiani. Nel Perù ha convinto sin qui Carrillo, nonostante non sia riuscito a timbrare il cartellino.

Uno dei pericoli per la difesa dell’Argentina è rappresentato da Victor Moses, grazie alla sua enorme velocità, mentre il caos tattico della Nazionale guidata da Sampaoli non ha esaltato le qualità dei centrocampisti della squadra. I croati mettono in mostra due tra i centrocampisti più ambiti dai fantallenatori: Modric e Rakitic. Difficilissimo avere la fortuna di poterli comprare considerato il loro costo, ma almeno uno dei due potrebbe essere molto utile, anche agli ottavi. Nei coreani, l’unico a meritare la vostra attenzione è Ki, ma solo se lo avete già in rosa.

Tra i tedeschi, Draxler potrebbe costituire un’importante pedina, a condizione che giochi. Il suo costo elevato non invita a rischiare eccessivamente. Nel Messico più Guardado che Herrera sul fronte fantacalcistico, mentre nella Svezia a partita in corso Svensson può essere un’importante pedina. La Svizzera ha messo in evidenza tutto il talento di Shaqiri e Xhaka, entrambi pericolosi in zona gol. In casa brasiliana è Coutinho ad impressionare per qualità e capacità di arrivare al tiro.

Da evitare, per questo turno, i centrocampisti serbi che potrebbero faticare parecchio ed essere costretti ad una partita prevalentemente difensiva. Nel Giappone il colpo low cost si chiama Shibasaki: costa 4, non è sicuro del posto ma subentra comunque spesso e nella prima giornata ha avuto una fantamedia voto piuttosto invidiabile (6,42). Nella Polonia largo alla fisicità di Krychowiak. In Colombia-Senegal è Quintero il profilo che può regalare maggiori gioie fantacalcistiche. Nella sfida tra le due cenerentole del girone G, è Ferjani Sassi colui che può risaltare per capacità d’incidere sul match.

Nel big match di giornata tra Inghilterra e Belgio è Hazard il nome giusto per la vostra mediana: rigorista, assistman e vero uomo squadra della squadra guidata da Roberto Martinez.

Consigli Fantamondiale: gli attaccanti per la terza giornata

E veniamo all’attacco, il reparto probabilmente più determinante per le sorti del vostro fantamondiale. Salah dopo aver saltato il primo match e aver segnato al secondo è atteso alla sua terza ed ultima partita in questo Mondiale 2018. Timbrerà ancora il cartellino? Noi puntiamo sulla risposta “sì”, considerando anche la qualità complessiva della fase difensiva dei sauditi. In Uruguay-Russia un nome per parte: Suarez per i sudamericani, Dzyuba per i padroni di casa, anche se quest’ultimo è in ballottaggio con Smolov.

Nel girone B, largo al Re CR7. Autentico mattatore sin qui con 4 reti, il portoghese è in corsa per conquistare il premio come capocannoniere del torneo. Sarebbe l’ennesima perla a coronamento di una carriera stratosferica. In Spagna-Marocco spazio alla vena realizzativa di Diego Costa, che ben si è integrato nel 4-2-3-1 disegnato da Hierro.

Nella Francia Mbappé si fa preferire a Griezmann, nonostante quest’ultimo sia rigorista. Australia-Perù è sfida tra due attacchi sterili, per cui meglio virare su altre scelte come Finnbogason rigorista a prezzo contenuto (11 Kapitals), in gol contro l’Argentina. Senza Kalinic, rispedito a casa a causa di comportamenti ritenuti poco corretti nei confronti dell’allenatore e della squadra, colui che sembra averne giovato in termini di minutaggio è Ante Rebic, in gol nell’ultima partita con un meraviglioso tiro a volo, sfruttando un errore di Caballero. Se non dovesse giocare (lieve infortunio per lui) spazio a Kramaric che proverà a rubargli la scena.

 L’Argentina tenterà il riscatto contro la Nigeria e lo farà, molto probabilmente, proponendo ancora Aguero come attaccante centrale. Puntare sul forte attaccante del City potrebbe rivelarsi una mossa azzeccata in questo turno. Nel Messico, autentica rivelazione di questo Mondiale, è Chicharito il bomber imprescindibile e anche la vostra fantaformazione potrebbe beneficiare delle sue performance.

Un nome a sorpresa potrebbe essere quello di Ola Toivonen, 0 gol e 0 assist in stagione con il Tolosa. In questo Mondiale sembra aver ritrovato la forma migliore e il bel gol siglato contro la Germania sembra dimostrarlo. Nella Germania sembra giunto il momento di veder esultare Super Mario Gomez. Nella Svizzera fari puntati su Gavranovic, che può risultare essenziale a partita in corso. Neymar, nonostante qualche polemica di troppo con gli arbitri, è il calciatore di maggior talento della selecao, per questo merita la vostra fiducia. Investimento imponente, ma resa assicurata.

Nella selezione giapponese Osako sembra aver convinto, per generosità e opportunismo. Non è il rigorista della squadra, ma con 11 Kapitals potete portare a casa un potenziale rivalutato. Occhio a Niang, che con 8 K. potrebbe rivelarsi un’opzione interessante. Nella Tunisia interessante è il profilo di Badri, mentre nel big match di giornata impossibile non menzionare Lukaku e Kane, apparsi in condizioni stratosferiche nel corso delle prime due giornate.

Autore: Vincenzo Rusciano