Errori decisivi 33° Giornata

Analisi con video degli svarioni compiuti da Murgia, Troost-Ekong, Okaka, Audero, Pezzella e Hateboer.


Scritto il 23/04/2019 - Ultimo aggiornamento: 25/04/2019


Errori decisivi

Tra i bonus avanzati offerti da Fantacalcio-Online, troviamo gli errori decisivi (per tiro e per rete), che contribuiscono a penalizzare in maniera aggiuntiva i calciatori che si sono resi protagonisti di errori particolarmente rilevanti da causare un’occasione importante per la squadra avversaria o addirittura un goal.

Con l’ausilio dei video, andiamo ad approfondire una selezione di Errori Decisivi della 33° giornata, con particolare riferimento alle azioni che hanno coinvolto Murgia, Troost-Ekong, Okaka, Audero, Pezzella e Hateboer.

Murgia (Empoli-Spal 2-4)

Al 50° sul risultato di 2-2, l’Empoli prova a riversarsi in avanti, provando ad aggredire la profondità con lancio lungo di Bennacer per Caputo, letto molto bene da Cionek che ha tutto il tempo di indirizzare la palla di testa verso Murgia. Il centrocampista centrale classe 1996 stoppa la palla di destro e prova un improbabile dribbling in una zona piuttosto complicata del campo. Ne approfitta Traoré, lesto nel recuperare palla e scagliare immediatamente verso la porta.

Il pallone finisce fuori di un soffio, grazie anche all'esecuzione tecnica non perfetta da parte del centrocampista ivoriano di proprietà della Fiorentina. Sospiro di sollievo per Semplici, che ha rischiato di complicare non poco questo scontro salvezza cruciale a causa dell’imprudenza di Murgia (che ha chiuso il suo match con 5.99 di voto oggettivo)

Troost-Ekong (Udinese-Sassuolo 1-1)

Al 30° minuto su risultato di 0-0, l’Udinese costruisce l’azione dal basso con Troost-Ekong che conduce palla in piena libertà. Cerca di passarla al proprio compagno a centrocampo, ma Sensi è bravo prima ad intuire la traiettoria del passaggio e poi a passarla di tacco per l’inserimento di Berardi, abile ad accentrarsi velocemente seguendo al meglio l’azione. 

L’attaccante di Cariati restituisce palla a Sensi, che dal limite dell’area di rigore è libero di calciare verso la porta indisturbato, tirando alla destra di Musso. In questo caso specifico, come conseguenza dell’esito dell’azione, a Troost Ekong è stato assegnato un errore decisivo da goal, poiché la sua disattenzione è costata alla squadra di Tudor un goal subito. 

Okaka (Udinese-Sassuolo 1-1)

Stessa partita precedente. Questa volta siamo al 4° minuto. Sin dall’inizio l’Udinese aveva palesato delle défaillance potenzialmente letali. Sugli sviluppi di un calcio piazzato dalla trequarti, la difesa dell’Udinese libera senza troppo affanni, facendo carambolare la palla in zona Okaka. L’attaccante italiano mette bene la palla a terra di petto, ma sul secondo controllo consente ingenuamente a Rogerio di conquistare palla. 

L’esterno sinistro del Sassuolo carica il tiro e spara verso la porta, mancando tuttavia il bersaglio. Il pallone, tirato di destro, finisce ampiamente al di fuori dello specchio, consentendo così alla difesa friulana di riposizionarsi. A Okaka, dunque, è stato assegnato l’errore decisivo che ha causato un tiro pericoloso

Audero (Bologna-Sampdoria 3-0)

Unico portiere inserito nella selezione odierna, a causa del clamoroso errore che ha causato il goal del Bologna. Il 4.59 assegnato dal voto oggettivo restituisce bene il quadro generale della sua performance, assolutamente negativa e da dimenticare al più presto. All’82° sul risultato di 2-0, il Bologna prova un nuovo affondo, avviando l’azione dalle retrovie. 

Krejci sulla corsia sinistra sfrutta la staticità del centrocampo doriano, con una percussione che non trova particolare opposizione. Il centrocampista ceco cambia gioco per Orsolini, che invece di stoppare tenta la giocata di fino, con una girata spettacolare verso la porta. Il tiro non è forte, ma Audero nel tentativo di bloccare fallisce clamorosamente la presa, consentendo al pallone di scivolare oltre la linea. 

Pezzella (Juventus-Fiorentina 2-1)

Al 62°, sul risultato di 2-1 in favore dei bianconeri, la Fiorentina prova a rimettersi in carreggiata, con una costruzione dal basso. Lafont l’appoggia a Milenkovic. Basta il minimo accenno di pressing dei bianconeri per mandare in tilt la retroguardia viola. Il passaggio verso Pezzella è forzato, ma quest’ultimo non riesce a gestire al meglio il possesso, tentando a sua volta un passaggio in zona pericolosa. 

Matuidi intercetta e la passa velocemente a Ronaldo, che da posizione favorevole non trova la porta, soltanto grazie ad un intervento eccellente di Milenkovic in scivolata. L’azione poi proseguirà con il tentativo di dribbling da parte di Bernardeschi fermato da Ceccherini in piena area di rigore.

Hateboer (Napoli-Atalanta 1-2)

L’Atalanta è riuscita nell'impresa, battendo il Napoli in trasferta e sferrando un serio attacco alla zona Champions League. I bergamaschi nella ripresa hanno messo in mostra un gioco corale dinamico e intraprendente, ma anche qualche errore difensivo di troppo che ha rischiato di portare il Napoli sul doppio vantaggio. Al 66° Hateboer stoppa palla e l’appoggia male verso Masiello

Mertens è furbo nel mettere fuori tempo il difensore orobico, ma la conclusione di sinistro scagliata in piena area di rigore si spegne sul fondo. In questo caso, all’esterno olandese è stato dato un errore decisivo da tiro pericoloso, perché a causa della sua negligenza il Napoli ha avuto la possibilità di rendersi pericoloso dalle parti di Gollini, con un tiro in piena area di rigore. 

... continua a leggere...