Fantaleague: le 5 squadre migliori dell'ottava giornata

Analizziamo le scelte delle prime 5 squadre (su 20.000 partecipanti). Modificatore decisivo per il primato.


Scritto il 12/10/2018 - Ultimo aggiornamento: 13/10/2018


Ultimo turno di Serie A prima della sosta per le Nazionali che ha confermato i valori già evidenziati nelle scorse giornate da Juve, Napoli e Inter. Bene le romane, con Lazio e Roma che hanno conquistato i 3 punti rispettivamente contro Fiorentina (in casa) ed Empoli (in trasferta). In zona europea, colpaccio della Sampdoria di Giampaolo a Bergamo, mentre il Milan è riuscito a conquistare 3 punti fondamentali in casa contro il Chievo. Vince a fatica il Torino, 3-2 contro un Frosinone non irresistibile.

Nelle zone mediobasse di classifica, è da segnalare il sorprendente exploit del Parma, che nonostante le tantissime defezioni è riuscito ad imporsi contro il Genoa dell’implacabile Piatek. Bene il Cagliari, che allontana il numero 0 alla voce vittorie casalinghe e batte uno spento Bologna. Recrimina sul fronte arbitrale la Spal, che esce sconfitta dal match casalingo contro la squadra allenata da Spalletti.

Così come la Serie A, anche la Fantaleague di FCO è entrata nel vivo, mettendo in evidenza le doti predittive di diversi fantallenatori. In questo post, faremo una rapida carrellata delle scelte compiute dai 5 allenatori che hanno totalizzato il più alto punteggio di giornata.

Le scelte dei migliori 5 allenatori dell’ottava giornata

È possibile recriminare nonostante la propria squadra fantacalcistica abbia raggiunto lo straordinario punteggio di 94.40 punti? La risposta è sì. Soprattutto se si sceglie incautamente di lasciare in panchina Lorenzo Tonelli (12,24 di fantavoto), nella giornata dove riesce a regalare 3 punti fondamentali ai suoi, grazie ad un preciso colpo di testa in quel di Bergamo.

Nonostante questo, la M.lazio di Mera è riuscita a palesare la grande qualità della formazione schierata. Importante il fattore modificatore difesa, che ha consentito alla squadra di ottenere un punto in più grazie alla media di reparto pari a 6,32. Il blocco Juventinapoletano, sia consentito questo neologismo, ha funzionato: ottime, infatti, sono state le prove di Szczesny (6,87), Cancelo (8,10), Pjanic (6,72) e Insigne (10,52). L’unico a deludere parzialmente è stato Koulibaly, che ha concluso il match con un 5,61, un’insufficienza determinata in larga misura dall’ammonizione ricevuta durante il match.

Facciamo un balzo in avanti nella classifica di giornata e al quarto posto troviamo la “Sottol*” (censored) del fantallenatore “pane”, che ha concluso la giornata con un soddisfacente 94,98. In questo caso sono state le sostituzioni ad essere decisive, operate prevalentemente in un reparto: il centrocampo. Le assenze di Ruiz, Romulo e Brozovic hanno determinato l’entrata in campo di Nzonzi (bingo!), Fofana e Silvestre. Da segnalare anche i gol di Tonelli, Rigoni, Icardi e Higuain, quest’ultimi due addirittura inarrestabili con una doppietta.

Sul gradino più basso del podio è riuscito a salire Haiji del fantallenatore “Povero”, che ha totalizzato 95,1. Di nome, ma non di fatto in ambito fantacalcistico. I non pochi crediti a disposizione hanno consentito la creazione di una squadra competitiva, basata su un marcato blocco juventino. 11 calciatori con una fantamedia superiore alla sufficienza minima, un clean sheet (Szczesny) e ben 6 gol segnati grazie a Bonaventura, Bentancur, Icardi (x2) e Higuain (anche lui x2).

Al 2° posto troviamo l’Athletic Jackson di Giaccherini, che è riuscita a raggiungere la notevole cifra di 96,13 punti. Inevitabile essere competitivi per le zone di vertice quando si riesce a realizzare ben 5 reti con i soli 3 attaccanti (Insigne, Higuain e Icardi). Ma ad essere decisivi per le sorti di questo team sono stati calciatori meno blasonati, come Olsen, Goldaniga e Castro.

Il portiere della Roma è riuscito a migliorare, finalmente, la propria media voto grazie ad una buona prova fornita ad Empoli. Goldaniga è riuscito a sorprendere, segnando il gol del momentaneo 2-1 a Torino, che ha ridato speranza ai ciociari. El Pata Castro, invece, è risultato essere il vero trascinatore del Cagliari, grazie a due assist al bacio per i gol di Joao Pedro e Pavoletti. La sua capacità di svariare lungo l’arco offensivo dei sardi ha sorpreso il Bologna, incapace di arginare tatticamente le avanzate dell’argentino.

E siamo giunti al campione di giornata. La “fruttoli” di Liuzzo è riuscita ad ottenere ben 96,85 punti, conquistando il primato settimanale ed al contempo anche l’ingresso nella top 15 della classifica generale. Il 4-3-3 ideato per sfruttare la peculiarità del modificatore difesa è stato pressocché perfetto, con l’eccezione di due elementi: Di Lorenzo e Pasalic, entrambi usciti sconfitti da questo turno nefasto.

Per il resto sono tante le note liete: da Piatek, a segno per l’ennesima volta, a Icardi, passando per Higuain, Bonaventura e Tonelli. Le sufficienze abbondanti ottenute da Florenzi e Pjanic hanno contribuito ad arrotondare ulteriormente il punteggio monstre di questo team, che merita i complimenti di FCO e di tutti i partecipanti per lo straordinario risultato ottenuto.

Autore: Vincenzo Rusciano