Ma che partita hai visto? 33° Giornata

Suso 7 o 6? Ilicic 6.65 o 8? Pavoletti 5.47 o 7? Analisi con video dei principali casi della 33° giornata di Serie A.


Scritto il 23/04/2019 - Ultimo aggiornamento: 23/04/2019


Serie A

Voto oggettivo e responsabilità individuale

Una delle principali caratteristiche che differenzia il Voto Oggettivo da quelli tradizionali redazionali è relativa alla responsabilità individuale. Cosa si intende con questo termine? Il Voto Oggettivo basa il proprio funzionamento sulle performance individuali, non su quelle di squadra. Ciò è fondamentale per allontanare l’approccio soggettivo utilizzato dai giornalisti, tendenzialmente inclini a lasciarsi influenzare dall’andamento emotivo di una specifica partita, esaltando o punendo le singole prestazioni sulla base del risultato finale. 

Per il voto redazionale, la prestazione individuale di un difensore nell’ambito di una partita vinta 3-0 sarà quasi sicuramente almeno sufficiente. Al contrario, la prova offerta da un attaccante che perde sarà quasi sicuramente punita con un’insufficienza. 

Per l’approccio oggettivo una squadra può vincere anche 3-0 ed avere qualche insufficienza (succede in media il 15% delle volte con i Voti Oggettivi, il 4% con i voti redazionali). E ancora, una squadra può perdere anche 3-0 ed avere qualche sufficienza (succede di avere un voto superiore al 6.25 nel 16% dei casi con i Voti Oggettivi, nel 3% con i voti redazionali)

Analisi Voti Oggettivi FCO 33° Giornata

È possibile partecipare al gruppo di discussione sui Voti Oggettivi attivo su Facebook, per aprire conversazioni specifiche sui singoli calciatori e parlare delle differenze rispetto ai voti redazionali offerti da testate come la Gazzetta dello Sport e il Corriere dello Sport. 

Per questa 33° giornata di Serie A, sono stati quattro i principali casi che hanno fatto discutere, con ben tre esponenti di squadre impegnate nella serratissima corsa alla Champions League. In particolare, sono state le prove offerte da Suso, Caicedo, Ilicic e Pavoletti a palesare una differenza di rilievo tra Voti Oggettivi e Voti Redazionali. Con l’ausilio dei video, andiamo ad approfondire le singole performance. 

Ilicic (Napoli-Atalanta 1-2)

Dopo aver sofferto per i primi 60 minuti, la squadra di Gasperini esce alla distanza, mostrando personalità, qualità e carattere nello scenario del San Paolo di Napoli. Gasperini ha provato a dare una sterzata alla partita inserendo Ilicic e Gosens, ma sono stati Zapata, Pasalic, Gomez e Masiello i principali protagonisti di questa rimonta. I primi tre grazie a delle manovre offensive che si sono rivelate imprevedibili per la difesa partenopea, l’ultimo invece per aver salvato sulla linea della porta un tiro di Milik ormai avviato a finire in fondo al sacco. 

Ilicic, come accade spesso per le squadre che vincono, è stato premiato anche oltre i propri meriti dai voti redazionali. Per il voto oggettivo-statistico di Fantacalcio-Online la sua prova è da 6.65, mentre per Gazzetta è da 8. Nel mezzo Fantagazzetta (7), Corriere dello Sport (7.5) e Tuttosport (7.5). Lo sloveno è stato in campo nei 36 minuti finali più recupero ed ha agito prevalentemente sulla corsia destra, dando slancio alle proprie percussioni con frequenti movimenti ad accentrarsi. Il dolore al ginocchio lo tormenta e nel post-gara lo ha confermato, sottolineando la difficoltà nel calciare. 

E infatti, nel corso del match Ilicic si è distinto per la consueta ottima tecnica, ma anche palesato un andamento meno fluido rispetto alle ultime partite, normale conseguenza delle tante sedute differenziate svolte a Zingonia. Ha anche gestito come peggio non poteva alcune interessanti situazioni, come quella del 67° su assist al bacio di Gomez, con Ilicic che ha preferito l’opzione rifinitura per Zapata a quella del tiro in porta. 

Ha comunque avuto il merito di aver cambiato la partita e infatti è, dopo Zapata, il migliore in campo per i voti oggettivi, rispetto ad Atalanta-Empoli però la partita e la musica è stata diversa: i voti redazionali lo premiano oggi per l'impresa, per la rimonta, per la vittoria esterna contro il più blasonato Napoli, così come lo avevano penalizzato per il pareggio casalingo contro i toscani. 

Cosa è cambiato davvero per Ilicic per le redazioni che soltanto una settimana fa gli attribuivano un misero 6 ? E' cambiata solo la maggior precisione o maggior fortuna dei propri compagni che contro il Napoli hanno finalizzato occasioni che contro l'Empoli avevano sprecato

... continua a leggere...